Scuola: il governo taglia e in Sicilia ci sono 42 alunni ammassati in una sola classe del liceo

A Caltanissetta c’è la classe più affollata della scuola italiana: 42 alunni, tra cui 4 disabili, al liceo Manzoni. Gli standard indicano 25/30 studenti per locale. Il sovrannumero è dovuto alla formazione di una terza, attraverso la fusione di due seconde, perché non ci sarebbero state alternative a questa soluzione. «È gravissimo che si sia arrivati a questa situazione. Comprendo che c’è una dotazione organica assegnata dalla regione agli ambiti territoriali, ma ci sono priorità ed esigenze di cui si deve tenere conto. Era impossibile suddividere gli alunni in altre terze classi con altri indirizzi, non potevo dirottare gli studenti su un altro corso perché non avrei rispettato il diritto di scelta delle famiglie», ha affermato Giuseppina Mannino, dirigente scolastica del liceo. La seconda classe di terzo anno non è stata concessa dall’ufficio scolastico provinciale a causa dei tagli e della riduzione degli organici disposti dal governo nazionale. «Noi dirigenti – aggiunge – veniamo chiamati solo ad attenerci ai numeri, senza tenere conto di nient’altro, ma a me sta a cuore soprattutto l’interesse delle persone e salvaguardare il diritto allo studio affinché la scuola pubblica funzioni meglio per fornire ai ragazzi competenze necessarie per il loro futuro».