Roma è allo sfascio? Colpa dei “fasciomafiosi”, non di Marino. Così dice l’Espresso

Anno 2014, cioè oggi: Roma è un disastro. Un disastro a cielo aperto. Quasi una fogna. Piena di topastri di colore scuro. Neri. E adesso, grazie ad una mirabile inchiesta dell’Espresso, sappiamo pure di chi è la colpa. I romani di ogni ordine e grado e pure di ogni fede, da domattina, ovviamente dopo aver letto la nutrita testimonianza fornita dai colleghi del settimanale, avranno la possibilità di individuare direttamente e senza dubbio alcuno i responsabili veri del dissesto della Capitale. Tutto è chiaro. E adesso c’abbiamo pure la certificazione democratica: la colpa è dei fascisti. Per la precisione di una nuova categoria di fascisti. I “fasciomafiosi”, un intelligente neologismo col quale scopriamo – sempre leggendo l’inchiesta scoop – l’esistenza nella Capitale di una vera e propria rete del terrore che gestisce tutto e che tutto controlla. Alla faccia della polizia. Un sistema di potere criminale che, espanso a macchia d’olio, sta soffocando la città. Ricapitoliamo: il tram non arriva mai puntuale? Gli asili nido non funzionano? le scuole sono disastrate? Le strade sono una groviera? I parchimetri aumentano? I permessi della Ztl raddoppiano? La monnezza invade le strade? I cantieri si aprono e non si chiudono più? La viabilità è fuori controllo? Il centro storico è invaso da ambulanti, vu cumprà e accattoni? Ladri e borseggiatori inseguono turisti e residenti impunemente? Tavolino selvaggio colpisce ancora? Niente paura. Tranquilli. Per questo e per tutto il resto che abbiamo sbadatamente omesso c’è una spiegazione. E presto ci sarà pure una soluzione. Grazie all’Espresso, il grande sindaco Marino – l’uomo che il mondo ci invidia – ha da oggi gli strumenti adatti per intervenire e fare di Roma finalmente una vera capitale europea. E se qualcosa non gli è chiara, se, come talvolta accade anche ai geni, qualcosa non capisce, basterà che si rechi presso la redazione del settimanale. Capito? Non lamentatevi più di Marino e dei politici; non cercate soluzioni impossibili; la verità è più vicina di quanto non crediate: è in edicola. E se avete pure un abbonamento a Sky vedrete che è uguale ad una fiction di successo: Romanzo Criminale.