Minacce contro la sede FdI di Garbatella: “Fascista impara, P38 spara…”

Presa di mira dai nostalgici dell’antifascismo la sede di Fratelli d’Italia nel quartiere romano della Garbatella, Municipio VIII, dove nella notte ignoti provocatori hanno scritto slogan truculenti firmati con la falce e martello. Questo il tono degli “avvertimenti”: “Schizzi, schizzi, schizzi, materia cerebrale, ogni fascista preso all’ospedale”. “Le sedi dei fascisti si chiudono col fuoco”, “Fascista impara, P38 spara” e “I love foiba”. “Stamattina ci siamo svegliati negli anni ’70 anche se eravamo certi di esserci addormentati quarant’anni dopo – hanno commentato ad Agenparl Andrea De Priamo e Fabio Roscani, il primo coordinatore romano e il secondo portavoce del Municipio VIII – le scritte che sono apparse davanti alla sede di Fratelli d’Italia-An evidenziano come determinati movimenti usino ancora oggi la violenza e il linguaggio tipico delle organizzazioni eversive che, durante gli anni di piombo, uccidevano ragazzini sulle porte delle nostre sezioni. Non ci faremo intimidire, continueremo ad andare tra la gente perché nessuno di noi ha paura di chi anziché cercare di costruire qualcosa per un territorio troppo spesso lasciato a sé stesso, preferisce distruggere le sedi di chi il territorio lo vive ogni giorno, con impegno, abnegazione e coraggio. Ci auguriamo che le forze dell’ordine arrivino ad individuare i diretti responsabili perché non è tollerabile che un messaggio così violento passi inosservato. Chi sogna non ha paura e oggi, come sempre, continueremo ad aprire i nostri circoli con lo stesso entusiasmo di sempre per la nostra gente, per il nostro territorio”.