Le Frecce tricolori volano nel cielo di Bruxelles come simbolo di un’Italia che non si arrende

Un passaggio delle Frecce Tricolori sopra il cielo soleggiato di Bruxelles, per inaugurare – in occasione del semestre italiano dell’Ue – la prima Coppa di calcio della presidenza. Con l’obiettivo di promuovere non solo l’Italia ma soprattutto grandi valori quali sport, rispetto reciproco e solidarietà. È l’iniziativa organizzata nel cuore del quartiere europeo della capitale belga, al parco del Cinquantenario, dalla Rappresentanza permanente d’Italia presso l’Ue e dall’Ambasciata d’Italia a Bruxelles, in collaborazione con l’Aeronautica militare ed Eunews. In un contesto festivo con tante famiglie e bambini, sotto l’egida di un autentico “made in Italy” dalla Nutella alla Segafredo passando per le figurine Panini, ha preso il via il torneo di calcio a cinque con 13 squadre in rappresentanza delle grandi squadre di serie A che a Bruxelles hanno i loro club di tifosi (Bologna, Fiorentina, Genoa, Hellas Verona, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Palermo, Roma, Torino e Sampdoria) più un quattordicesimo team, la rappresentativa della diplomazia italiana in Belgio. La manifestazione non si limita alla festa sportiva ma raccoglie fondi che saranno devoluti all’iniziativa promossa dalla medaglia olimpica Pino Maddaloni a Scampia per strappare i ragazzi alla criminalità organizzata attraverso lo sport. Un messaggio di ringraziamento è arrivato da Scampia, da Gianni Maddaloni, che si è detto «onorato ed emozionato alle parole di chi ha rimarcato il lavoro che da anni facciamo con lo sport» in un «quartiere dimenticato». Si tratta infatti, ha sottolineato l’ambasciatore d’Italia presso il Belgio Alfredo Bastianelli, di «una bellissima iniziativa che valorizza e unisce l’ampia comunità italiana residente in Belgio attraverso i valori dello sport, dell’amicizia e della solidarietà». La prima Coppa della Presidenza si chiuderà il 25 novembre in occasione del Consiglio dei ministri Ue dello sport, con la premiazione della squadra vincitrice da parte del sottosegretario con delega allo sport Graziano Delrio.