Il maltempo minaccia il “grosso grasso” matrimonio indiano organizzato a Fasano, la terra dei marò…

C’era l’incognita delle polemiche, puntualmente scoppiate in relazione alla vicenda dei marò, ma ora c’è anche l’incognita maltempo che incombe sul matrimonio indiano di Ritika, la terzogenita del magnate del ferro Pramod Agarwal che si terrà a Savelletri di Fasano dal 3 al 6 settembre. L’ondata di piogge previste per questa settimana potrebbe non risparmiare il Brindisino ed è per questa ragione che, sebbene proceda l’allestimento dei palchi nelle location scelte per cerimonia e banchetto, tra contrada Pettolecchia (in una masseria di proprietà di un banchiere svizzero che ha investito in zona) e i terreni vicini alle tre strutture lusso scelte per la mega festa bollywoodiana, gli organizzatori del grande evento hanno previsto un piano alternativo che ridimensionerebbe però notevolmente l’impianto scenografico dei diversi party per gli 800 invitati. C’è infatti una enorme struttura, un terzo capannone di emergenza, all’interno del quale si sposterebbero i festeggiamenti in caso di temporali. L’incognita riguarda anche gli show degli artisti internazionali che sono stati previsti all’esterno sui palchi già montati, oltre che lo spettacolo pirotecnico finale. Stando inoltre alle indiscrezioni dell’ultima ora, l’intera famiglia Agarwal, inclusi i due sposi che si sono già uniti in matrimonio con rito civile a Londra, arriverà oggi in Puglia con un jet privato per curare gli ultimi dettagli, tra cui il perfezionamento del menù.

Due desk per l’accoglienza dei passeggeri che stanno atterrando in queste ore agli aeroporti di Bari e Brindisi perché invitati al matrimonio indiano di Ritika, terzogenita del magnate del ferro Pramod Agarwal, sono stati allestiti nella zona degli arrivi. Si tratta di punti in cui il personale dell’organizzazione del maxi evento fornisce indicazioni e supporto per i trasferimenti e per il trasporto dei bagagli. Alcuni degli 800 invitati sono già nel Brindisino, ospiti delle più importanti strutture ricettive di Fasano, da qualche giorno. Altri stanno giungendo alla spicciolata da diverse destinazioni, con voli di linea e anche con jet privati. I due spazi dedicati agli ospiti della famiglia Agarwal sono visibili al resto dei passeggeri, in area aperta al pubblico. Una decina per aeroporto gli addetti dedicati all’accoglienza degli invitati.

Nessuna parola è arrivata dalla potente famiglia indiana sul caso dei due soldati italiani tenuti in ostaggio, entrambi pugliesi…