Dal concorso per assumere i bidelli sono esclusi gli extracomunitari. E parte l’ennesima polemica

Bidelli extracomunitari nelle scuole italiane? Il ministero dell’Istruzione lo esclude, contrariamente a quanto dispone una legge comunitaria, secondo l’Asgi, l’Associazione studi giuridici sull’immigrazione, che si mostra critica sulla scelta di privilegiare, per una volta, gli italiani. Il ministero – spiega l’associazione – ha pubblicato il bando per il reclutamento nel triennio 2014-2017 della terza fascia d’istituto del personale Ata (Ausiliario, Tecnico e Amministrativo).È previsto che le domande possano essere presentate entro mercoledì 8 ottobre. L’Asgi ritiene che il ministero sia incorso in “un evidente errore materiale nell’aver previsto l’esclusione delle sopramenzionate categorie di cittadini stranieri di Paesi terzi dalla possibilità di partecipazione al bando”. Con una lettera inviata al Ministero dell’Istruzione lo scorso 15 settembre, ha chiesto pertanto, che venga posto urgente rimedio a questo errore, modificando i requisiti richiesti e posticipando, di conseguenza, la data ultima di presentazione della domanda per consentire la partecipazione dei cittadini stranieri a parità di condizione con quelli italiani e di altri Stati membri Ue. Staremo a vedere se il Miur cambierà idea dopo l’offensiva mediatica dei soliti noti…