Latorre sta male e chiede di rientrare in Italia

I legali di Massimiliano Latorre – da oltre due anni trattenuto in India insieme all’altro marò Salvatore Girone con l’accusa di aver ucciso due pescatori scambiati per pirati – hanno presentato alla Corte Suprema indiana una richiesta per il suo rientro in Italia «per consentire un suo più rapido e completo ristabilimento». Una prima udienza è in calendario lunedì 8 settembre. La richiesta di rientro di Latorre, si è inoltre appreso, è motivata dal malore che ne ha reso necessario il ricovero in un ospedale di New Delhi. E’ possibile che una decisione del massimo tribunale indiano sul caso possa giungere nel giro di alcuni giorni. La decisione di presentare la richiesta urgente alla Corte Suprema per un ritorno in Italia di Massimiliano Latorre è stata presa in occasione della visita a New Delhi dal ministro della Difesa, Roberta Pinotti, l’1 settembre scorso. Durante la visita del ministro si è svolta una riunione con i legali dello studio Titus che difende i fucilieri a cui ha partecipato anche un rappresentante italiano dell’equipe giuridica che assiste il governo nella definizione della strategia per risolvere il caso. La richiesta italiana non si basa tanto sulla qualità delle cure (che sono adeguate anche in India) quanto sul fatto che patologie come le ischemie cerebrali tendono a recidivare e che è assolutamente necessario eliminare i fattori di rischio, come è lo stress, e permettere
al paziente di recuperare pienamente in un ambiente sereno e famigliare.
Ad una settimana del suo ricovero per un attacco ischemico transitorio (Tia), il capo di prima classe della Marina, Massimiliano Latorre, continua a essere sottoposto a esami clinici e terapie rigenerative in un ospedale di New Delhi. Secondo quando si è appreso da fonti mediche, la salute del militare “continua a migliorare”. Il team di neurologi indiani, comunque, è in attesa degli esiti di alcuni esami, fra cui una risonanza magnetica, per accertare le cause profonde di quanto è avvenuto. Nel frattempo i sanitari continuano i trattamenti di fisioterapia per la riabilitazione. Domenica scorsa, Latorre era stato colto improvvisamente da un mancamento ed era stato portato in pochi minuti in un Pronto soccorso vicino all’ambasciata d’Italia nel quartiere di Chanakyapuri dove ha ricevuto le prime cure. Da lì è stato trasferito un una struttura altamente specializzata nell’ovest della capitale.