Calcioscommesse, il gip: «Gattuso non manipolò le partite»

Il gip di Cremona, Guido Salvini archivia la posizione dell’ex capitano del Milan, Gennaro Gattuso, indagato nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse. Il centrocampista  era accusato di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva. Scrive Salvini, nelle 19 pagine di decreto di archiviazione, che non vi è alcun elemento che sostiene le ipotesi dell’accusa né sul coinvolgimento nella manipolazione di alcune partite del Milan né sulla sua partecipazione all’associazione per delinquere. Per il giudice Salvini nei confronti dell’ex capitano del Milan, «al più si può prospettare un coinvolgimento, non consentito, del giocatore in scommesse calcistiche». Un comportamento che spiegherebbe meglio i rapporti suoi e dell’amico Salvatore Pipieri con Francesco Bazzani, già arrestato nell’ambito del procedimento. Ma «non si tratterebbe comunque di comportamenti penalmente rilevanti». Il gip precisa anche che questi rapporti risalirebbero, però, «forse ad un periodo in cui le scommesse dei giocatori non erano ancora vietate». Scrive infine il gip che archivia su richiesta del procuratore Roberto Di Martino: «Manca ancora l’analisi del computer e dello smartphone sequestrati a Gattuso ma non sembra che tale accertamento possa modificare la valutazione ora espressa e non appare comunque corretto dilazionare l’adozione del presente provvedimento tenuto conto dei gravi pregiudizi che la pendenza del procedimento può provocare all’attività professionale dell’indagato in termini di perdita o di incertezza di contratti e di occasioni di lavoro nel mondo sportivo».