Al Qaeda si unisce all’Isis contro “la campagna dell’America e della sua coalizione diabolica”

Le branche maghrebine (Aqmi) e yemenita (Aqpa) di al Qaeda hanno lanciato un appello agli jihadisti dello Stato islamico ad unirsi contro la coalizione anti-Isis. In un comunicato i due gruppi esortano i loro “fratelli mujaheddin in Iraq e nel Levante a unirsi contro la campagna dell’America e della sua coalizione diabolica”. L’appello si riferisce alle divergenza tra l’Isis, che ha preso le distanze con al Qaeda e proclamato un califfato in alcune regioni dell’Iraq e della Siria, e il fronte al Nusra, branca siriana di al Qaeda, rimasto fedele al leader dell’organizzazione terrorista, Ayman Al-Zawahri. “Fate del vostro rifiuto della miscredenza un fattore di unità”, aggiungono le due organizzazioni indirizzandosi ai vari gruppi jihadisti attraversati da divergenze tra il gruppo dell’Isis e il fronte al Nusra, branca siriana di al Qaeda. L’appello è indirizzato anche all’opposizione siriana moderata che cerca di rovesciare il presidente siriano Bashar al Assad, ed è sostenuta dagli Usa e dai loro alleati arabi. Aqmi e Aqpa invitano anche, nel loro comunicato “tutti quelli che hanno preso le armi contro il tiranno Bashar e le sue milizie a non essere ingannati dall’America e a non diventare loro pedine”. Le due branche di al Qaeda invitano ugualmente le tribù sunnite dell’Iraq e della Siria a “non dimenticare i crimini degli Stati Uniti e che non facciano parte della coalizione” anti-Isis.