30 euro al giorno a chi ospita immigrati? Il Viminale blocca subito l’ultima follia di Marino e del Pd

Il ministro dell’Interno Angelino Alfano boccia l’ipotesi di pagare famiglie disposte ad ospitare immigrati. «Il ministero dell’Interno non tirerà fuori un euro per questo», ha spiegato, per poi continuare: «Quanto riportato da alcuni giornali, circa la “decisione” di corrispondere trenta euro alle famiglie che si renderebbero disponibili ad accogliere in casa immigrati adulti o minori figli di immigrati – sostiene Alfano – non corrisponde, nel modo più assoluto, a una decisione assunta dal ministero dell’Interno né tantomeno a una iniziativa in via di attuazione». Dell’ipotesi aveva parlato mercoledì il sindaco di Roma Ignazio Marino, che ne aveva discusso con il sottosegretario all’ Interno, Domenico Manzione. «Vorrei essere chiaro, senza polemiche – aggiunge – con il sindaco di Roma: il ministero dell’Interno non tirerà fuori un euro per questo. Ogni ipotesi di lavoro che mi dovesse essere presentata in questo senso, da chiunque provenga, sarà da me certamente bocciata». In effetti Marino aveva annunciato che «insieme al sottosegretario Manzione abbiamo immaginato la proposta che oltre all’affido di minori ci possa essere l’affido alle famiglie anche degli adulti, con una partecipazione economica da parte del governo di 30 euro al giorno per l’ospitalità di un migrante adulto nelle nostre città». La proposta, che deve ancora essere valutata, riguarderebbe tutta Italia e si rivolgerebbe soprattutto ai rifugiati, aveva spiegato il sindaco. Ma già le polemiche si erano scatenate: «Questi sono completamente matti – ha detto senza mezzi termini Nunziante Consiglio, senatore della Lega Nord – i nostri nonni dopo aver lavorato una vita devono campare con meno di 500 al mese e dal governo trapela l’intenzione di dare 900 a chi decide di ospitare un clandestino. O vogliono portare i cittadini onesti al limite della sopportazione o ci stanno prendendo per il culo perché non posso credere che il ministro dei clandestini Alfano possa arrivare a tanto». L’esponente del Carroccio ha ricordato che «non trovano i soldi per alzare le pensioni minime, non trovano i soldi per gli esodati, dicono che non ci sono soldi per i disoccupati, ma sanno sempre come foraggiare il business dell’immigrazione. Invitino i cittadini ad accogliere nelle proprie abitazioni i loro concittadini in difficoltà magari provando a non mercificare la solidarietà e la mutua assistenza che dovrebbe essere la base di una società civile».