Supereroi molesti a Times Square: la polizia vigila per difendere i turisti

Se pensavate che il fenomeno delle mascherate davanti ai monumenti fosse una prerogativa solo italiana (come i finti gladiatori al Colosseo) consolatevi: accade anche a New York, più esattamente a Time Square, luogo tra i più conosciuti al mondo anche grazie al cinema. Ma non si tratta di normali richieste di elemosina: qua ci si traveste, chiedendo un obolo ai turisti o nei panni dei famosi personaggi Disney o in quelli dei supereroi della Marvel o di altri popolari personaggi dei cartoon. Così i curiosi si fanno fare una foto, oppure girano un piccolo video e si lasciano intrattenere un po’, lasciando poi un piccolo contributo, ovviamente non pattuito prima. Solo che a volte i supereroi diventano troppo molesti, come è accaduto giorni fa a un immigrato messicano di 32 anni travestito da Superman. Dopo che una turista gli ha allungato un dollaro l’uomo ha cominciato a protestare e a inveire perché riteneva inadeguato il “compenso” per il suo travestimento.  La polizia è intervenuta e l’immigrato ha dato in escandescenze quindi adesso Times Square è presidiata da agenti di polizia che avvisano turisti e passanti distribuendo volantini e specificando che la mancia non è dovuta. La questione è ora all’attenzione del sindaco Bill de Blasio, il quale sta pensando a un registro dove iscrivere gli aspiranti supereroi in modo da poterli censire e controllare.