“Per una lira” la Littizzetto ha perso la faccia (ed è finita nel tritacarne del web)

Anche la Littizzetto non si è lasciata sfuggire l’occasione di esibirsi nella stucchevole doccia gelata. L’hanno fatta tutti i vip, anche il premier-show, figuriamoci una come lei, onnipresente in tv e sempre alla ricerca dei riflettori. Ma stavolta non le è andata troppo bene, perché voleva mostrarsi di buon cuore e invece ha fatto la figura dell’avara, un po’ alla zio Paperone, scatenando le ironie e le critiche del popolo della rete. Il web è attento e non perdona. Né si fa prendere in giro. Così la Littizzetto è finita tritata dal web, che già l’aveva presa di mira per i compensi al Festival di Sanremo. E il video con cui fa sapere a mare e monti che si è fatta la doccia gelata per la Sla è diventato un boomerang. La comica ha esordito ringraziando quel «pirla» (parole sue) di Fazio che l’aveva nominata. Il gesto, però, che ha fatto indispettire il popolo del web è stato quello prima della secchiata di rito. La Littizzetto infatti ha sventolato due pezzi da cinquanta euro dicendo: «Qua ci sono i miei cento euro perché non dimentichiamo che questo serve per la ricerca per la Sla». Sì, proprio così, solo cento euro, a tanto arriva la bontà d’animo della comica- La cifra è troppo esigua e molti utenti di Twitter sono partiti all’attacco, vista la disponibilità economica della conduttrice, ricordando che non è proprio una squattrinata. C’è chi le ha dato espressamente della “spilorcia” e chi ha fatto paragoni con altri vip che, pur meno noti e forse meno ricchi, hanno fatto donazioni più generose. Quanto dovrebbero donare coloro che guadagnano un centesimo rispetto a quanto guadagna lei? Alla nuova versione femminile di zio Paperone la risposta. Magari con la promessa di aggiungere qualche euro in più.