Paura Ebola, Lorenzin rassicura: gli italiani non hanno nulla da temere

“Gli italiani possono stare assolutamente tranquilli” perché “abbiamo attivato da mesi un programma di alert e controlli, dopo il primo caso”. Parola del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, a proposito dell’allarme crescente in tutto il mondo per la diffusione del virus Ebola in Africa. 

“Su Ebola – ha continuato Lorenzin – l’Italia si è mossa prima di altri Paesi, dopo il primo caso, ma in silenzio”. I controlli sono stati attivati “non soltanto sui migranti, ma anche negli aeroporti, segnalando misure di sicurezza alle compagnie aeree, e stiamo controllando dal punto di vista sanitario tutti i punti d’accesso al nostro Paese”. 

Il sito della Cnn, il National Institute of Health americano, che sta lavorando da anni su diverse versioni del vaccino, ha annunciato oggi che a settembre negli Usa inizieranno i primi test sull’uomo di un vaccino contro il virus Ebola. L’agenzia federale ha ottenuto buoni risultati sui primati, l’ultimo step prima dei test sull’uomo. “Stiamo lavorando con l’Fda per avviare la prima fase dei trial il più presto possibile – spiega Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid) -. I primi risultati potrebbero arrivare già all’inizio del prossimo anno”. Dall’inizio dell’epidemia di Ebola in atto, lo scorso dicembre, in Africa occidentale ci sono stati 1323 casi censiti e 726 morti, dei quali 57 negli ultimi quattro giorni.