L’ottimismo di Obama: «Il mondo è caotico ma stavamo peggio ai tempi della Guerra fredda»

«Il mondo è sempre stato caotico, ora è più visibile perché ci sono i social media». La tesi, un po’ originale, è del presidente americano, Barack Obama, che sottolinea come le minacce geopolitiche di oggi siano meno pericolose di quelle della Guerra Fredda. Obama, intervenendo ad alcuni incontri di raccolta fondi per i democratici, affronta direttamente la preoccupazione pubblica, dicendosi consapevole che molti americani si sentono ”ansiosi” per il loro paese e per il suo ruolo nel mondo. «Se si guardano i telegiornali serali, sembra che il mondo stia cadendo. Viviamo in un momento che presenta sfide straordinarie e si capisce perché molti sono preoccupati», mette in evidenza Obama invitando alla calma. «Supereremo questi tempi difficili come lo abbiamo fatto in passato. Questo non e’ nulla di paragonabile alle sfide che abbiamo affrontato durante la Guerra Fredda. La verità è che non importa quanto il mondo sia sempre stato caotico. In parte è vero che lo notiamo per i social media e per la nostra capacità di vedere i dettagli intimi delle difficoltà che la gente attraversa», afferma Obama da Westchester, dove ha partecipato a due eventi di raccolta fondi.