Isis, i tagliatori di teste proseguono lo show: nuovo video con l’uccisione di un miliziano curdo

Ancora orrore e sangue con una nuova brutale esecuzione in Iraq. I jihadisti dello Stato islamico hanno pubblicato stamane un nuovo video in cui mostrano la decapitazione di un prigioniero curdo a Mosul, la seconda città irachena in mano ai jihadisti dal maggio scorso. Il filmato è stato pubblicato su Youtube e ricorda il recente video della decapitazione del giornalista americano James Foley. Il filmato è intitolato “Un messaggio di sangue” e mostra alcuni “miliziani curdi prigionieri” vestiti dell’ormai tradizionale tunica arancione indossata in passato dai detenuti del carcere Usa di Guantanamo. La decapitazione è stata eseguita con un coltello come nel caso di Foley. Poi le immagini mostrano il leader curdo Masud Barzani e il presidente americano Barack Obama. I miliziani jihadisti vestiti di nero e incappucciati appaiono sullo sfondo di una moschea di Mosul. Inginocchiato, di fronte ai jihadisti, si vede un uomo con la tunica arancione. Come già avvenuto nel filmato dell’uccisione di Foley, uno degli ostaggi mostrato nel video lancia il messaggio politico, questa volta indirizzato alle autorità curdo-irachene: «Non lasciate che l’America intervenga nella nostra regione. Le nostre anime sono nelle vostre mani. Ogni errore o imprudenza da parte vostra ci costerà la vita».