Inferno nel cielo di Ascoli: due jet si scontrano in volo durante l’addestramento

Un incendio, preceduto da un forte boato, è stato segnalato nel pomeriggio sulle colline nei pressi di Ascoli Piceno, tra le località di Olibra e Venarotta. Secondo le prime informazioni sarebbero coinvolti due aerei che si sarebbero scontrati in volo. Sul luogo sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri. Successivamente si è appreso che sarebbero due Tornado dell’Aeronautica Militare gli aerei coinvolti. I due jet, secondo quanto apprende l’Ansa da fonti qualificate, stavano svolgendo attività addestrativa e si sarebbero scontrati in volo. Alcuni testimoni raccontano di avere visto i due velivoli toccarsi in volo, uno dei dei due ha preso fuoco ed entrambi sono precipitati al suolo. Non sono sono stati avvistati paracadute. Nella zona ci sono vari focolai d’incendio, alcuni vicino alle abitazioni della frazione di Casa Murana. «Stavo lavorando al computer nella mia casa ad Ascoli Piceno, quando ho sentito passare un aereo sopra di me. Mi sono affacciato alla finestra e pochi secondi dopo, all’incirca dalla direzione opposta, ho visto giungere un altro caccia», ha riferito un testimone. «Ho visto i due velivoli scontrarsi e l’esplosione – aggiunge -. Non ho potuto vedere dove sono caduti gli aerei. Dal luogo dell’impatto, all’incirca fuori dalle mura di Ascoli (forse a Mozzano), si è alzata una nube di fumo nera. Ho sentito le sirene di ambulanze e vigili del fuoco». A quanto pare, i piloti dei due Tornado che si sono scontrati in volo nei cieli sopra Ascoli Piceno si sarebbero eiettati. Lo si apprende da fonti ufficiose. Non si sa ancora se vi siano vittime. Sulla zona in fiamme in cui i due velivoli sono precipitati sono accorse squadre dei vigili del fuoco boschive di tutta la zona. Il Tornado è un caccia multiruolo sviluppato negli anni Settanta congiuntamente da Regno Unito, Germania Ovest e Italia. Ebbe il suo vero battesimo del fuoco nella prima Guerra del Golfo.