In Italia si muore anche così: l’ambulanza è bloccata da bancarelle e abusivi e per un 60enne non c’è stato nulla da fare

Muore per infarto nella zona del mercato e scoppia il caso legato alle difficoltà di prestare soccorso. È accaduto a Torre del Greco (Napoli) dove un uomo di 61 anni, già in passato colpito da malori di natura cardiaca, è stato colpito da un infarto. La figlia, presente in quel momento, e altri passanti hanno allertato i soccorsi, ma quando i medici del 118 sono giunti sul posto – a piedi, a causa dell’impossibilità di arrivare nella zona affollatissima di bancarelle – hanno potuto solo constatare il decesso del sessantunenne. A causa delle diverse bancarelle poste sulla strada, sia da commercianti a posto fisso, che da ambulanti – via Teatro, dove l’uomo si trovava quando è stato colto da infarto, è risultata inaccessibile per l’ambulanza, tanto che i medici e i sanitari del 118 sono arrivati in zona solo a piedi. Per l’uomo non c’è stato più nulla da fare. Secondo il racconto dei testimoni, l’uomo camminava con le borse della spesa quando si è accasciato improvvisamente al suolo. Alcuni passanti hanno provato a rianimare l’uomo, mentre altre persone chiamavano il 118. Secondo le testimonianze dei presenti, l’ambulanza – chiamata alle 9.35 – è arrivata alle 10.05: circa mezz’ora per compiere un tragitto che in genere, senza traffico ,si percorre in dieci minuti. Sempre secondo i testimoni, l’uomo era ancora vivo fino a qualche minuto prima dell’arrivo del mezzo di soccorso. Una volta sul posto, i paramedici hanno provato a rianimare l’uomo con l’ausilio del defibrillatore, ma non c’è stato nulla da fare.