Campobasso, nel negozio entra la Finanza per un controllo e un commerciante muore d’infarto

La Finanza entra nel suo negozio per un controllo e lui muore d’infarto. È accaduto a Bojano (Campobasso). Titolare di un punto vendita di abbigliamento, Gaetano Cirillo, 54 anni, si è sentito male e si è accasciato a terra mentre i finanzieri in borghese, che poco prima avevano fermato una cliente appena uscita per chiederle di esibire lo scontrino fiscale, stavano proseguendo gli accertamenti all’interno dell’attività commerciale. Gli stessi militari, prestati i primi soccorsi, hanno chiamato il 118, ma il 54enne – che lascia la moglie e tre figli – è morto poco dopo l’arrivo all’ospedale “Cardarelli” di Campobasso. «Rispettiamo il dolore della famiglia, siamo costernati ed esprimiamo il massimo cordoglio. Non abbiamo nulla da nascondere, tutto è accaduto davanti a testimoni, stavamo solo facendo il nostro lavoro», sono le parole del comandante provinciale della Guardia di Finanza di Campobasso, colonnello Paolo D’Amata. «Appena i nostri militari in borghese sono entrati e si sono qualificati il titolare dell’attività commerciale si è accasciato a terra – ricostruisce l’ufficiale -. A quel punto lo hanno soccorso e chiamato il 118 che è arrivato dopo nove minuti». Aggiunge poi: «Non c’è stato nulla di brutale, stavamo solo facendo il nostro lavoro e ci dispiace tantissimo per quello che è accaduto». Stando a quanto si è appreso, pare che l’uomo già qualche giorno fa avesse avuto un malore.