“Annamo” a Ostia beach … a fotografare gli squali

Squali a Ostia: minaccia per i bagnanti o nuova, fulminante attrazione dell’estate 2014? In effetti, la cosiddetta spiaggia dei romani può vantare sicuramente un primato rispetto agli altri litorali più a corto di novità. Una cosa è certa: l’avvistamento degli squali – lo scorso 17 giugno, due giorni fa e ieri – non ha scoraggiato i frequentatori della spiaggia di Ostia che, incuranti dei fischi dei bagnini, si sono riversati a riva per immortalare l’esemplare. I pescecani avvistati non sarebbero pericolosi secondo gli esperti: una verdesca e uno squalo della specie Palombo. Ma anche senza che gli esperti  sentenziassero che gli squali erano solo squaletti inoffensivi i bagnanti si erano dati alla caccia. Non quella ai pesci, bensì la caccia alla pinna da immortalare per poterla postare sui social network. Ma come spiegare il fenomeno? Per la Guardia costiera siamo dinanzi a un evento eccezionale che però non deve generare psicosi perché, dalle descrizioni, si tratterebbe di esemplari innocui per l’uomo. Desta preoccupazioni l’avvicinamento a pochi metri dalla riva della verdesca avvistata l’11 agosto. Secondo i veterinari il pesce era disorientato o forse malato, per questo si è avvicinato così tanto a riva. In ogni caso i controlli in mare non anno dato finora esito: gli squali hanno movimentato l’estate di Ostia per poi dileguarsi.