A San Marino il “Ritorno alla Contea” per celebrare i sessant’anni del Signore degli Anelli

Era il 1989 quando un gruppo di appassionati e studiosi organizzò a San Marino la prima grande convention europea sul tema del fantasy, “Il medioevo nel fantastico”. Vi parteciparono i maggiori scrittori mondiali di quel genere che poi sarebbe diventato un fenomeno di costume, anche grazie alla trasposizione cinematografica del Signore degli Anelli. Ora, a 25 anni di distanza da quell’evento e alla vigilia dell’uscita nelle sale del terzo capitolo de Lo Hobbit, diretto da Peter Jackson, è in calendario un nuovo appuntamento a tutto tondo con il fantasy. Il 5 e il 6 settembre, nuovamente a San Marino dopo anni in cui è stato celebrato in altre sedi, si svolgerà “Il Raduno 2014”, una due giorni di incontri, mostre, approfondimenti e studi sul fantasy. Intitolato “Il Raduno alla Contea” l’evento, oltre a festeggiare il suo “progenitore” dell’89, vuole celebrare anche i sessant’anni del Signore degli Anelli, uscito per la prima volta tra il 1954 e il 1955. Il libro, ricordano gli organizzatori, fu «una provocazione che ha segnato in profondità la scena culturale europea e che continua a far opportunamente discutere attorno ai destini della nostra civiltà e alle sfide che attendono ogni uomo contemporaneo». E all’obiettivo di offrire, insieme all’intrattenimento, anche qualche spunto di riflessione profonda risponde il programma della due giorni. Così, al fianco delle due sessioni di lavoro (una per giornata) intitolate “A 60 anni dalla pubblicazione de Il Signore degli Anelli”, si trova anche la tavola rotonda su “25 anni dopo: il mito, il fantastico, per leggere il mondo”. Ne parleranno, tra gli altri, lo scrittore Paolo Gulisano, l’editore Adolfo Morganti e Chiara Nejrotti della Società tolkeniana italiana. Inoltre, durante la manifestazione, vi sarà spazio per scoprire le novità librarie, visitare le mostre dedicate all’editoria del fantastico, come quella in cui sono esposti i lavori di Marina Sussa, e al modellismo tolkeniano, assistere a dimostrazioni di Trivial Tolkien e partecipare a giochi di ruolo.