Semestre Ue, subito la protesta di Fratelli d’Italia. Meloni: «Sugli immigrati l’Europa ci lascia soli»

“Malmstrom taci! Europa complice degli scafisti”. Con questo slogan stamane è andato in scena il blitz di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale nei pressi di Villa Madama, in occasione primo appuntamento del semestre di presidenza italiana del Consiglio dell’Unione europea. Militanti e simpatizzanti del movimento, guidati dalla leader Giorgia Meloni, hanno esposto lo striscione per denunciare l’indifferenza della Ue sul tema degli sbarchi in Italia. A fare da cornice un pallone ad elio di tre metri per tre che sosteneva un altro striscione di 1,5mt per 6mt con su scritto: «No “mare mostrum” Europa assassina».

Onorevole Meloni, come mai questa forma di protesta? 

«Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale manifesta per denunciare l’egoismo di un’Europa cieca che rende le Istituzioni europee complici degli scafisti e per dire che l’operazione “Mare Nostrum” è un fallimento. L’Italia non può rimanere a guardare mentre l’Europa, sul tema immigrazione fa finta di niente e ci abbandona».

Di chi sono le colpe se l’Europa si mostra indifferente?

«Il problema immigrazione non è un problema italiano: è un problema europeo e come tale va affrontato. In campagna elettorale per le elezioni europee tutte le forze politiche ci hanno detto che avrebbero posto in sede Ue la questione. Ma finita la tornata elettorale l’Italia non ha saputo più alzare la testa e il risultato è che mentre veniamo lasciati da soli e dobbiamo spendere milioni di euro per accogliere gli immigrati e i richiedenti asilo oggi il commissario Malmstrom paventa anche la possibilità di aprire una procedura di infrazione contro l’Italia perché non faremmo abbastanza sui richiedenti asilo. Ecco crediamo sia arrivato l momento di dire basta».

Da dove iniziare per provare a fermare le stragi di immigrati che si consumano quotidianamente lungo le nostre coste?

«“Mare Nostrum” è una operazione fallimentare. E questo lo voglio dire anche al Presidente della Repubblica Napolitano perché noi conosciamo bene il valore dei nostri Militari conosciamo il valore del lavoro dei nostri militari ma “Mare Nostrum” può diventare una iniziativa utile solamente se le navi della nostra Marina vengono spostate dal largo dell’Italia per accogliere i barconi degli scafisti di fronte alle coste libiche per rispedirli indietro quando partono. Per questo chiediamo  l’immediata interruzione di questa disastrosa operazione e il ripristino del reato di immigrazione clandestina, abolito con i voti dei partiti che sostengono Renzi, del Movimento Cinque Stelle e di Forza Italia. E che l’Italia pretenda dall’Unione Europea il supporto necessario per fronteggiare questa emergenza. Che si apra una  trattativa seria con l’Ue per chiedere una divisione equa dei richiedenti asilo in tutti i 28 Stati membri e che l’Europa si faccia carico dei costi dell’accoglienza».