Riforme, Grillo chiama i comici alle armi: Fo risponde, Benigni è disperso…

“Benigni! Bischeraccio, tu che nel dicembre 2012 leggevi la Costituzione italiana alla Rai definendola la più bella del Mondo ora che un tuo conterraneo, toscanaccio come te, tal Renzi e un partito a te caro, il Pd, la stanno sfasciando, se ci sei batti un colpo!”. È quanto scrive il blog di Grillo, in un post firmato da Lalla M. e dal titolo “Il Benigni scomparso”. «O dove sei bischeraccio? – è il messaggio al regista – Nell’inferno del Dante o nel paradiso del Renzi? Batti un colpo! Sarebbe gradito! Benigni!».

Ci invece s’è mosso in prima persona in difesa della sua amata Carta è Dario Fo, con un articolo al veleno contro Renzi pubblicato sul sito di Grillo: «A ‘sto punto, penso che imparare tutti ad emettere risate corali ben modulate sia importante, ma non basti. Davanti a questa vergognosa imposizione autoritaria dobbiamo apprendere insieme ad emettere in coro giganteschi pernacchi frastornanti, al punto di svegliare tutto il popolo dei dormienti avvolti nell’oblio», scrive  Fo in un intervento in cui critica le decisioni sul tema delle riforme del governo Renzi e l’atteggiamento del presidente Napolitano rispetto alle opposizioni. «Quello che sta succedendo in questi giorni alla Camera ed in Senato è a dir poco grottesco, soprattutto l’agilità degli uomini di governo, che ad ogni costo vogliono arrivare a far accettare dal Parlamento leggi impossibili, per non dire indegne”, afferma l’attore.

Beppe Grillo, intanto, annuncia il suo arrivo a Roma per lunedì prossimo con una riunione congiunta straordinaria di Camera e Senato del M5s.