«Pussa via, Merkel». Giù le mani da Alberto Sordi, la sinistra ha troppi scheletri nell’armadio

La Merkel? Ma chi te conosce a te? Pussa via brutta bertuccia!. O anche Ma te c’hanno mai mandato  a quel paese. All’improvviso tutti hanno scoperto che la Cancelliera è “nemica” dell’Italia, causa principale degli anni lacrime e sangue che abbiamo dovuto subire e sopportare, senza neppure la possibilità di alzare la testa, perché c’era il rischio di essere ghigliottinati. E la celebre battuta di Alberto Sordi diventa un tormentone, nel gossip  della politica e sul web, perché pungente e ironica, quindi non a rischio di scandalo europeo. « Pussa via…», dunque. Vorrebbe mandarglielo a dire, ma non ne ha il coraggio, l’angioletto Renzi, sbeffeggiato dall’arroganza del potere tedesco. Glielo dicono, invece, le seconde file del Pd,e cioè gli amici di don Matteo, che devono rassicurare gli elettori , dare loro l’idea che il governo non è suddito della Merkel, salvo poi vedere il premier inginocchiarsi a chiedere l’elemosina. «Pussa via…» lo dicono anche le truppe vendoliane in disarmo per uscire dalle sabbie mobili in cui sono scivolate. Ma Renzi, i democratici e i vendoliani sono – con Monti – i maggiori responsabili della sudditanza italiana alla Merkel. Perché erano loro che “tifavano” per la Cancelliera, brindarono ai sorrisetti contro l’Italia in conferenza stampa, festeggiarono quando ci fu il famoso golpe bianco contro il governo di centrodestra (con la tedesca Angela tra i maggiori protagonisti). L’odio contro Berlusconi indusse il Pd e i suoi alleati ad agire contro gli interessi del nostro Paese e chissenefrega se a farne le spese sono stati gli italiani, che hanno pagato un conto salato per consentire a Monti, poi a Letta e infine a Renzi di marciare su Palazzo Chigi.  «Quando noi denunciavamo l’arroganza della Merkel nei confronti dell’Italia guidata da Berlusconi, sinistre, giornaloni e intellighentie varie tifavano Germania danneggiando da dementi l’Italia pur di andare contro il leader del centrodestra – ha detto di recente Maurizio Gasparri – Ora tutti sono contro la Germania che prende a schiaffi Renzi che aveva annunciato, mentendo, successi che non c’erano. Sono dei miserabili tutti coloro che ieri per faziosità scodinzolavano davanti alla Merkel e a Schulz e oggi vogliono far guerre. Aveva ragione Berlusconi. La Germania distrugge l’Europa con il suoi egoismi. Chi ieri si piegava e oggi si ribella fa pena. Criticano solo per convenienze interne. Sono schiavi senza dignità». Parole dure, che però fotografano la situazione. E fa davvero ridere sentire oggi gli esponenti del Pd scimmiottare Sordi con il suo celebre “Pussa via…”. Almeno abbiano il buonsenso di restare in silenzio.