Il rigalleggiamento è completato e la Concordia è pronta per l’ultimo viaggio. Gabrielli: «Si parte il 22 luglio»

La Concordia partirà per il suo ultimo viaggio dall’isola del Giglio a Genova martedì 22 luglio. La conferma ufficiale è arrivata dal capo della Protezione Civile Franco Gabrielli dopo gli ultimi aggiornamenti sulle previsioni meteorologiche. Alla fine del sesto giorno delle operazioni in corso per ottenere il rigalleggiamento del mega relitto è intanto riemerso dal mare il ponte 4 della nave della Costa Crociere. Ponte dove i soccorritori recuperarono la maggior parte delle vittime. All’isola del Giglio i lavori sono andati avanti senza sosta anche di notte, consentendo allo scafo di riemergere per non meno di sei metri. Superati gli 8 metri anche il ponte quattro sarà del tutto fuori dall’acqua. Il relitto, dicono i tecnici, è stabile e sono in corso le operazioni per gestire il riempimento e lo svuotamento dei cassoni di zavorra. Nel pomeriggio, inoltre, alla luce degli aggiornamenti meteo, verrà presa una decisione definitiva sulle modalità di partenza. Si è inoltre apppreso che anche i vigili del fuoco monitoreranno lo smantellamento della Concordia a Genova. Lo ha detto  Gioacchino Giomi, il nuovo capo del corpo, congedandosi da direttore regionale per l’Umbria, incarico svolto negli ultimi quattro anni. «Abbiamo già inserito nell’osservatorio, attivo una volta che la nave arriverà nel sito di destinazione, un nostro funzionario, attualmente vicecomandante nel capoluogo ligure» ha spiegato Giomi aggiungendo che  «Dovrà occuparsi, insieme ad altri rappresentanti di altre amministrazioni che hanno competenza specifica su questo tipo di attività di monitorare per tutto quello che sarà necessario ai fini dello smontaggio della nave». Infine i gigliesi, il cui stato d’animo nell’imminenza del trasferimento del relitto della nave sono stati  spiegati dal Sindaco Sergio Ortelli: «Oggi si concretizza il traguardo più atteso dagli abitanti dell’isola del Giglio, ma anche dagli italiani e dal resto del mondo. Dunque vediamo di superare tutti insieme questo momento, che è il più difficile». «La data ci dà sollievo – ha concluso il primo cittadino – un sollievo che aspettiamo da tempo. E ora si concretizza il traguardo».