Fiat e Peugeot verso la fusione? Indiscrezione del “Financial Times”, il titolo vola in Borsa

Dopo Volkswagen, Peugeot. Fiat Chrysler e la casa francese – scrive il Financial Times – stanno valutando un accordo grazie al quale nascerebbe la quinta casa automobilistica mondiale con 8 milioni di auto vendute all’anno. I nuovi rumors arrivano a distanza di pochi giorni dall’indiscrezione, smentita dal Lingotto, di trattative in corso per una fusione con Volkswagen. Voci che Sergio Marchionne ha liquidato come semplice euforia da Mondiali (“mai stata un’ipotesi”, ha detto). Un portavoce di Fiat Chrysler, interpellato dal Financial Times, sostiene che il Lingotto non è in trattativa con Peugeot. “Discutiamo con tutti di progetti mirati”, aggiunge. Il titolo a Piazza Affari ha un balzo del 3,80% a 7,92 euro, poi gli acquisti rallentano e alla fine chiude con un +2,10%. L’autorevole quotidiano economico-finanziario cita alcune fonti, secondo le quali le trattative sono in fase preliminare e nessuno sviluppo ci sarebbe prima del 2015: i due gruppi – spiega – hanno avuto contatti informali all’inizio dell’anno, poi sospesi per il completamento dell’investimento della cinese Dongfeng in Psa. L’interrogativo è come mai questa notizia esca solo ora, dopo diversi mesi dagli eventuali incontri e a brevissima distanza dalle voci su Volkswagen. Altre perplessità nascono dal fatto che la Fiat ha un’alleanza con un altro gruppo cinese, Guangzhou con cui ha costituito la joint venture Gac. Secondo il quotidiano britannico sia Peugeot sia Fiat hanno all’esame valutazioni per affrontare problemi comuni, come gli elevati costi e la debole esposizione ai mercati emergenti. Inoltre un accordo unirebbe due delle più ‘venerate’ case automobilistiche europee e dinastie familiari nell’industria dell’auto. “Se le trattative faranno progressi” il gruppo che nascerebbe sarebbe un “potenziale rivale di Volkswagen, Toyota e General Motors” afferma il Financial Times. Un eventuale accordo con Peugeot, che ha già un accordo con il Lingotto per i veicoli commerciali, significherebbe per Fiat Chrysler un balzo nella top ten dei costruttori d’auto nel mondo. Oggi con 4,4 milioni di vetture vendute all’anno si colloca al settimo posto, mentre con la casa francese raggiungerebbe la quarta posizione alle spalle dei tre big: Toyota al primo posto, seguita da General Motors, Volkswagen e Renault Nissan.