Disoccupato suicida ad Imperia. Aveva scritto su Fb: «Mi sto esercitando a morire»

Suicida, con un triste messaggio su Facebook postato qualche giorno fa che in pochi, forse nessuno, aveva colto nella sua drammaticità: “Ehi, stai dormendo? No, mi sto esercitando a morire”. Si stava esercitando davvero, Gateano Vona, un operaio disoccupato imperiese di 52 anni trovato carbonizzato in un’auto a San Bartolomeo al Mare. Gli investigatori non escludono che l’uomo possa essersi ucciso per motivi di lavoro. Nella casa dell’uomo, gli investigatori avrebbero trovato un biglietto in cui l’operaio annuncerebbe la volontà di uccidersi. Pare che l’uomo fosse in crisi per una relazione sentimentale. Questo e l’assenza di lavoro potrebbero averlo spinto al gesto estremo. Il medico legale, che ha compiuto una ispezione del cadavere, avrebbe escluso l’ipotesi di morte accidentale o per omicidio. Il caso è stato affidato al magistrato Lorenzo Fornace. L’operaio disoccupato che si è suicidato aveva condiviso, il primo luglio, la schermata con la frase “Ehi, stai dormendo? No, mi sto esercitando a morire”. Siciliano di origine, da tempo residente a San Bartolomeo al Mare in frazione Pairola, separato con due figli, Vona da diversi mesi era senza lavoro, l’ultimo impiego in un impresa edile della zona dove aveva ricoperto varie mansioni. L’uomo era in gravi difficoltà economiche.