All’asta i cimeli del film “Il Signore degli Anelli”: fino a 250mila dollari per la spada di Aragorn

Il successo mondiale del film di Peter Jackson tratto dal capolavoro di Tolkien, Il Signore degli Anelli, non accenna a tramontare. Suscita infatti la curiosità dei fan di Tolkien la messa all’asta degli accessori di scena del film campione d’incassi. Tra questi anche la spada Andurìl brandita da Aragorn, il re che nell’epica tolkieniana ha l’incarico di restaurare la corona e riportare la pace nella Terrza di mezzo. E anche il bastone del mago Saruman, asservito ai voleri di Mordor e di Sauron, l’Oscuro Signore. Gli oggetti appartenevano a Christopher Lee, che ha deciso di metterli all’asta (a New York, il prossimo 24 novembre) insieme ad altri cimeli provenienti dal film, tra cui il ciak usato durante le riprese de Il Ritorno del Re (anch’esso in suo possesso).

I collezionisti che vogliono mettere le mani su questi oggetti di scena dovranno sborsare  tra i 150.000 e i 250.000 dollari per la spada Andúril, tra i 100.000 e i 150.000 dollari per il bastone dello stregone e “appena” 6.000-8.000 dollari per la clapperboard. “Ho conservato come fossero tesori questi pezzi importanti della storia del film nella mia collezione privata – ha detto Lee – ora è giunto il momento che qualcun altro si goda la loro magia”.

Prima di andare all’asta, gli accessori di scena del film di Jackson saranno visitabili dal pubblico nella sala di Bonhams a Knightsbridge, Londra, da oggi al 4 agosto. Aste di questo tipo sono ricercatissime dagli appassionati del grande schermo pronti a tutto per accaparrarsi cimeli come il vestito indossato da Kate Winslet nel naufragio del Titanic o la scrivania di Dracula, battuti all’asta a nel 2012.