Afghanistan, kamikaze in una scuola. 18 i morti tra cui 11 studenti e 4 soldati Usa che distribuivano quaderni e penne

Un attentatore suicida si è fatto esplodere oggi nella provincia centrale afghana di Parwan mentre alcuni militari americani della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf) stavano distribuendo regali vicino ad una scuola, provocando la morte di undici studenti, quattro militari Usa e due agenti di polizia afghani. Il capo della polizia del distretto di Bagram, colonnello Mohammad Masoom Farzaee, ha precisato che il kamikaze è entrato in azione nell’area di Qalandar Khel.

L’ufficiale di polizia ha detto all’agenzia di stampa Pajhwok che i militari americani stavano distribuendo quaderni, penne e matite ad un gruppo di studenti quando l’attentatore è giunto sul posto attivando la carica di esplosivo che portava indosso. L’attentato è stato immediatamente rivendicato dal portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, secondo cui l’attacco è stato realizzato da “uno dei nostri coraggiosi combattenti”, causando “morti e feriti fra i soldati stranieri”.