Padoan rassicura il comandante della Finanza dopo il ciclone giudiziario sulle Fiamme Gialle

Il ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, ha ricevuto il comandante generale della Guardia di Finanza, generale Saverio Capolupo. Nel corso dell’incontro il ministro Padoan ha espresso
“fiducia assoluta” al Corpo, dopo l’inchiesta che ha riguardato alcuni ufficiali delle Fiamme Gialle.
Padoan ha sottolineato che i recenti accadimenti «nulla tolgono al valore e alla dedizione della Guardia di Finanza che si è sempre distinta per efficienza, trasparenza e impegno quotidiano nella lotta all’evasione e alla corruzione». Il comandante generale ha ringraziato il ministro «per la totale fiducia riposta nella Guardia di Finanza, un’Istituzione sana che fa il proprio dovere con abnegazione, trasparenza e serietà. Le Fiamme Gialle godono della fiducia delle altre Istituzioni e della stessa magistratura che, nel delegare al Corpo le indagini anche sulle recenti inchieste all’attenzione della cronaca, ha riconosciuto ai finanzieri di operare sempre con grande professionalità e riserbo». Il generale Capolupo ha ricordato che il Corpo «è composto da 60.000 donne e uomini che, con coraggio e sacrificio, svolgono in silenzio, senza risparmio di energie, un lavoro difficile, ma al tempo stesso fondamentale per tutelare il Paese da ogni forma d’illegalità. Spetta all’Autorità giudiziaria accertare le eventuali responsabilità penali a carico di singoli, nei confronti dei quali si procederà con il massimo rigore. Il comandante generale ha, infine, espresso il proprio grazie a tutte le Fiamme Gialle per il loro incessante e quotidiano lavoro, svolto al servizio esclusivo di tutti i cittadini».