Napolitano: il mio mandato è temporaneo, l’Italia ha bisogno di riforme istituzionali

Giorgio Napolitano torna a parlare di mandato a termine per quanto riguarda il suo incarico al Quirinale. Intervenendo ai premi di David di Donatello si è infatti espresso così: “Non potevo mancare visto il temporaneo prolungamento del mio mandato che cerco di esercitare, nei limiti del possibile, fermamente e rigorosamente nell’interesse del Paese”. Ha poi battuto su un tasto consueto, quello delle riforme: “L’interesse del Paese suggerisce cambiamenti e riforme in molti campi, anche riforme istituzionali”. “Quando dico che l’Italia ha bisogno di cambiamenti e riforme – ha aggiunto – dico che bisogna liberarsi da schemi del passato, c’è bisogno di visioni più aperte che sprigionino energie innovative e qualità di crescita”.

Il capo dello Stato ha poi reso omaggio a Sofia Loren: “Ringrazio Sofia Loren per essere venuta a questa particolare manifestazione: è una presenza straordinaria nell’immaginario collettivo italiano e internazionale”. Parole cui l’attrice ha risposto con altrettanti complimenti: “Il presidente Napolitano è un vero fuoriclasse. Un uomo straordinario, pieno di umanità”. Le parole di Napolitano hanno subito ravvivato i rumors su possibili dimissioni prima della scadenza naturale del settennato: un’ipotesi data per sicura ormai in molti ambienti politici anche se il capo dello Stato ha sempre chiarito che prima di un eventuale passo del genere devono essere avviate quelle riforme ormai improcrastinabili che sono però slittate in secondo piano nell’agenda del Pd.