La Merkel sostiene Schulz, il Pse ricambia. La Meloni: «Fanno solo gi interessi della Germania»

«Ppe e Pse si spartiscono le poltrone in Europa. La Merkel sosterrà Schulz, che governa con lei in Germania, come presidente del Parlamento Ue. Il Pse di Schulz ricambierà sostenendo il candidato della Merkel e del Ppe alla guida della Commissione europea. Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale lo aveva detto in campagna elettorale: in Europa il bipolarismo non esiste perché popolari e socialisti approvano insieme l’80% dei provvedimenti. Esiste invece, e sembra destinata a rafforzarsi ancora di più, un’Europa a trazione tedesca che fa solo gli interessi della Germania». Lo scrive su facebook il presidente di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale, Giorgia Meloni. «Purtroppo il tempo ci sta dando ragione: siamo stati facili profeti. Adesso, però, vogliamo sapere cosa faranno i partiti italiani che fanno parte di queste due famiglie europee, come Pd, Ncd e FI. Partiti che hanno preso un impegno con gli italiani in campagna elettorale e che hanno assicurato di voler far valere il proprio peso specifico a Bruxelles, perché proseguire la strada del rigore che negli ultimi tre anni ha messo in ginocchio le famiglie e le imprese italiane, significa uccidere definitivamente la nostra nazione. Per quanto ci riguarda continueremo a schierarci dalla parte dei popoli contro le consorterie, le lobby e i grandi poteri finanziari che in Europa decidono e comandano. E ovviamente – conclude – a mettere davanti a tutto gli interessi degli italiani: vogliamo sentir battere i pugni sul tavolo, vogliamo veder ridiscussi i trattati e la partecipazione dell’Italia nella zona euro perché continuare a fare gli interessi della Germania sarebbe l’ennesimo atto di alto tradimento nei confronti del popolo italiano», conclude Meloni.