La Boschi ribadisce: sulle riforme sì ad un ampio consenso ma con Forza Italia l’accordo ormai c’è

«Ci sono riforme costituzionali che venerdì hanno fatto un passo positivo verso l’accordo» e si va «verso la votazione finale nel mese di luglio». Lo ha ribadito il ministro alle Riforme Maria Elena Boschi a margine di una iniziativa di area riformista a Massa Marittima (Grosseto). «A differenza del passato, stiamo facendo un lavoro che non vuole andare avanti a colpi di maggioranza». Quindi, «se ci sono stati dei ripensamenti da parte di Lega o M5S, noi siamo contenti. Il Pd si è rivolto a tutti i partiti – ha aggiunto – Fino ad oggi solo Forza Italia, per l’opposizione, ha deciso di partecipare a questo processo di riforme. E, sulle riforme e sulla legge elettorale si cerca di andare oltre la
maggioranza, con Forza Italia. E’ giusto che ci sia un consenso ampio» e un confronto con gli altri partiti di opposizione: «C’è un dialogo aperto anche con loro, ma non si può buttare all’aria il lavoro di mesi che ha coinvolto tutto il Parlamento». Riferendosi a Forza Italia la Boschi ha aggiunto: «Stiamo facendo un processo di riforme con un partito che rappresenta milioni di cittadini e che siede in Parlamento».
Intanto, l’incontro tra Renzi e i pentastellati è fissato per mercoledì alla Camera, ma con nonchalance la Boschi ha buttato là una frasetta che ha gelato le ambizioni di centralità grilline: «Non si cambia partner all’ultimo
momento».
Sulle riforme è intervenuta anche Daniela Santanchè di Forza Italia: «I dettagli non sono cosi dirimenti e non sono tali per bloccare o per mandare su un binario morto una riforma epocale che Berlusconi e tutta Forza Italia hanno sempre voluto: la fine del bicameralismo perfetto consentirà al legislatore di essere più veloce nel legiferare. Non perdiamoci nei dettagli».