Una “pièce” teatrale su Marina Berlusconi: al via i provini per cercare l’attrice

“Chi farà la parte di Marina? In gran segreto è scattata l’operazione Evita, cioè la costruzione del personaggio Marina Berlusconi nell’immaginario collettivo, in vista di una sua discesa in campo per raccogliere l’eredità politica del padre. Il modo scelto è originale. Non apparizioni in tv, bagni di folla, servizi su riviste patinate, ma la scena per eccellenza: quella teatrale”. A rivelarlo è l’Espresso nel numero oggi in edicola. “Il testo è pronto. La pièce userà l’escamotage drammaturgico dell’intervista-confessione per rappresentare la figura umana e possibilmente anche pubblica di Marina B.. Pronta è anche la cornice, vale a dire l’occasione in cui gli spettatori potranno fondersi, dalla platea, con i conflitti interiori del personaggio, chissà se in versione di autoanalisi alla Strindberg o con l’epica alla Bertolt Brecht. Lo spettacolo aprirà infatti il festival di Todi, che si tiene ogni anno a fine agosto nella cittadina umbra: una volta creatura di Enzo Siciliano e oggi diretto dall’antiquario Silvano Spada. Unico problema, manca l’attrice. La protagonista – prosegue il settimanale – non è stata ancora individuata, e già qualche candidata ha detto no. C’è da capirle. Con quel ruolo appiccicato addosso, non sarà facile poi interpretare, poniamo, una Maria Stuarda o magari una Ofelia”.