Giorgia Meloni a Firenze per Totaro sindaco: «Cambieremo verso a questa città»

«A Firenze stiamo conducendo una campagna elettorale molto importante, per cercare di cambiare verso a questa città». Giorgia Meloni è a Firenze per sostenere la candidatura a sindaco di Achille Totaro al centro congressi dell’Hotel Mediterraneo in Lungarno del Tempio. La presidente di Fratelli d’Italia è arrivata alla stazione Santa Maria Novella dove ha incontrato i dirigenti e gli agenti del compartimento di polizia ferroviaria per la Toscana. Il suo primo pensiero è andato a Federico Aldrovandi e al lungo applauso che dalla platea del congresso del sindacato di polizia Sap é stato tributato agli agenti accusati della morte del ragazzo: «Niente giustifica l’applauso di fronte alla morte di un ragazzo e alla famiglia che lo piange». «Diverso – ha aggiunto – è il tema del bisogno che noi abbiamo di fare alcune cose per le forze dell’ordine. Penso allo sblocco del turn over, al tema degli scatti e quindi alla questione salariale, perché le condizioni sono diventate davvero troppo dure». Quanto alle condizioni del trasporto ferroviario in Italia «il lavoro che Mauro Moretti ha fatto, salvo essere poi premiato con la sua recente nomina, ha portato in sicurezza i conti dell’azienda sulla pelle dei pendolari». Per quanto riguarda il trasporto ferroviario, ha precisato Meloni, «abbiamo ormai una situazione per la quale ci sono il superlusso di alcune condizioni e la tragedia di chi ogni giorno vive sui treni in condizioni drammatiche». Chiaro il messaggio sulle elezioni europee: «Bisogna convincere gli italiani che le prossime consultazioni sono molto importanti e noi tendiamo a sottovalutare il peso che l’Unione Europea ha nelle nostre politiche. Abbiamo disperato bisogno di una classe politica che la smetta di prendere ordini, di stare con le orecchie basse, e cominci a difendere i diritti degli italiani».