L’ironia di Fiorello si abbatte sulle europee: colpiti Vespa, Alfano e… la nonna di Renzi

«Vince Renzi, Grillo asfaltato: ovviamente divento renziano»: scherza Fiorello, all’indomani delle Europee, e fa la parodia di Porta a Porta su Radio1 nell’appuntamento odierno di Fuori programma. Spalleggiato da Marco Baldini, lo showman imita un Bruno Vespa che non vede l’ora di intervistare Renzie che, nell’attesa, già indossa un giubbotto di pelle nera alla Fonzie e canta “Happy days”. Ce n’è anche per il ministro Maria Elena Boschi, la prima a commentare nella notte il trionfo del Pd, scimmiottata, in versione Anita Ekberg nella Dolce vita, mentre dalla Fontana di Trevi lancia il sensuale richiamo: «Matteo, come here». Nel salotto di Vespa anche Fiorello-Alfano, che commenta le percentuali ottenute da Ncd come numeri «da pressione delle gomme» e ammette: «Non mi hanno votato neanche in famiglia». La voce femminile di Fuori programma, la cantante Silvia Aprile, intona la notizia del giorno: «L’ha buttato giù come un birillo, Renzi ha doppiato Grillo» mentre Fiorello cita l’hashtag #vinciamopoi nato su twitter per ironizzare sul risultato del Movimento 5 Stelle. E ancora sul Pd: «Neanche la Dc prendeva il 40%, Renzi ha iniziato a farsi chiamare Alcide». Fiorello si cala allora nei panni della nonna di Renzi, una delle nuove parodie, che fa i trenini e festeggia perché – dice – ora potrà andare in crociera ai Caraibi insieme alla sue amiche, come promesso da Matteo. «Il mi’ nipote ha vinto al grido di “gli fo’ vedere io”», esulta. E Berlusconi? «Stavolta non l’ha votato neanche Dudù».