La “moralista” D’Amico litiga con la Santanchè: «Se ti mettono una telecamera nelle mutande…» (video)

Doveva essere una trasmissione dedicata al problema della giustizia in Italia, ma si è finito per dibattere di telecamere nelle mutande.   Puntata incandescente quella di Tango su Sky, dove Daniela Santanchè, ospite di Ilaria D’Amico e Giuseppe Cruciani, ha replicato da par suo alla conduttrice televisiva sul diritto alla privacy. Un’intervista partita sulle domande provocatorie della D’Amico a proposito della condanna di Silvio Berlusconi e in merito alle vicende giudiziarie dell’ex premier. La Santanchè ha provato ad argomentare partendo dalla scarsa solidità delle accuse mosse a Berlusconi, mentre la D’Amico ha tagliato corto sostenendo che è inutile discutere una sentenza passata attraverso tre gradi di giudizio. Una schermaglia dialettica che presto si è trasformata in un vero e proprio scontro al calor bianco. «Il giorno che le mettono una telecamera addosso anche su di lei il giudice scopre qualcosa» ha replicato la parlamentare azzurra alle frecciate della D’Amico contro il leader di Forza Italia.  «Soprattutto se gliela mettono nelle mutande». Chiaro il riferimento all'”affettuosa amicizia” tra la conduttrice della domenica calcistica di Sky e il portiere della nazionale Gigi Buffon. La provocazione ha suscitato un grande imbarazzo nella conduttrice che ha farfugliato poche parole di risposta. In studio, la telecamera si è soffermata sugli sguardi divertiti degli altri ospiti: Mario Adinolfi e Carlo Freccero. Particolarmente soddisfatto Cruciani (popolare conduttore de La Zanzara su “Radio 24”) che proprio sulle risse in radio e in tv costruisce i format delle sue trasmissioni.