A Rimini 13enne in coma etilico, a Riccione droga in due scuole medie: è allarme sballo

In coma etilico a soli 13 anni. È successo questo fine settimana ad un adolescente della provincia di Rimini che, dopo aver partecipato ad una festa in un locale da ballo in provincia di Pesaro, è finito in ospedale per aver bevuto bevande alcoliche. Il ragazzino non è in pericolo di vita, anche se i rischi per la sua salute sono stati elevatissimi. Sono in atto accertamenti ed indagini per verificare l’esatta dinamica dei fatti ed accertare eventuali responsabilità di terze persone. Nelle stesse ore, su specifica richiesta di un preside di una scuola della Valconca sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Riccione e del Nucleo Cinofili di Bologna per un controllo nel comprensorio delle scuole medie. Due ragazzi sono stati trovati, grazie al fiuto dei cani antidroga, in possesso di alcuni grammi di marijuana e del relativo materiale per il confezionamento e, pertanto, sono stati segnalati quali assuntori alla locale prefettura. I casi che coinvolgono i minorenni sono sempre di più, e dopo l’arresto, sabato scorso, di un ragazzino di 14 anni per bullismo a scuola, i carabinieri segnalano la denuncia di ragazzo di anni 16 mentre, beccato mentre a Cattolica era intento a scardinare il registratore di cassa di un bar. Nel 2013 l’Arma dei Carabinieri è intervenuta ed ha proceduto per ben 948 delitti consumati ai danni di minorenni (tra furti, rapine e svariate forme di violenza) e per 124 consumati da minorenni. «Non abbasseremo mai la guardia e la nostra attenzione, soprattutto verso le fasce d’età più esposte ai rischi della criminalità, sarà sempre massima – ha dichiarato il colonnello Luigi Grasso, Comandante Provinciale dei Carabinieri -. Auspico in questo senso una sempre più qualificata collaborazione tra le Istituzioni ed assicuro che l’Arma fornirà sempre la propria disponibilità per iniziative, anche congiunte, a tutela della salute e della sicurezza dei nostri giovani».