Tangenti? No, un biglietto per Eurodisney. E un sindaco del Pd finisce sotto inchiesta

Un viaggio a Eurodisney offerto al sindaco, in cambio del suo intervento per favorire l’aggiudicazione di un appalto a una ditta amica: è l’ipotesi accusatoria, tutta ancora da verificare, sulla quale stanno lavorando i pm della procura di Napoli che hanno inviato oggi i carabinieri del Noe a perquisire casa e uffici di Salvatore Sannino, sindaco Pd di Casavatore, comune a nord di Napoli, e del commercialista napoletano Giovanni De Vita, entrambi indagati per corruzione.

Il decreto è stato firmato dai pm Henry John Woodcock, Giuseppina Loreto e Celeste Carrano, titolari dell’inchiesta sul centro fisioterapico Fisiodomus srl, dalla quale è scaturito questo nuovo filone di indagine. Secondo quanto emerso da interrogatori e da nuove attività investigative, il sindaco si sarebbe fatto promettere o consegnare denaro nonché il pagamento di un viaggio a Eurodisney a Parigi nel luglio 2013 fornendo in cambio informazioni a De Vita su un futuro bando di gara per lavori al centro sportivo di Casavatore: interventi finalizzati a ”cucire su misura” il bando a favore di una ditta. Per tale motivo i carabinieri hanno perquisito anche la sede di un’agenzia di viaggi per sequestrare eventuale documentazione riguardante il presunto soggiorno in Francia. De Vita è indagato anche per associazione per delinquere finalizzata al falso e alla truffa nell’ambito del filone principale dell’inchiesta ovvero l’attività di Fisiodomus, ritenuta dagli inquirenti una struttura ”fantasma” che avrebbe rilasciato, tra l’altro, false fatture per consentire a parlamentari di chiedere e ottenere il rimborso dal loro servizio sanitario integrativo. Del centro di fisioterapia De Vita è ritenuto deus ex machina e gestore di fatto.