Sondaggio: centrodestra in testa. FI sale, FdI a un passo dal quorum

Nel nuovo sondaggio realizzato da “Tecnè”, in esclusiva per Tgcom24, sulle intenzioni di voto degli elettori italiani, si allunga ulteriormente la forbice tra le due grandi coalizioni. Il centrodestra è infatti in vantaggio del 2.8 per cento sul centrosinistra (2.6% nello scorso sondaggio), con il 36.8% dei consensi (36.9% nello scorso sondaggio) rispetto al centrosinistra (con Pd, Sel, Scelta Civica e altri) che si attesta, invece, al 34% (34.3% nello scorso sondaggio). Il M5S guadagna consensi passando dal 25% al 25.4%. Sempre bene la fiducia nei confronti del governo Renzi: il 43.2% degli intervistati esprime un giudizio positivo, contro un 33.8% di giudizi negativi. Se si votasse oggi per le elezioni europee, il 28.9% degli intervistati voterebbe Pd, il 27.4% il M5S e il 21.3% Forza Italia. Queste le intenzioni di voto per i partiti (tra parentesi il risultato del 22 aprile): – Pd 30,0% (30,2), M5S 25,4% (25,0), Fi 22,9% (22,7), Lega Nord 4,8% ( 5,0), Ncd 4,0% ( 4,1), Fdi 3,8% ( 3,6), Sel 2,2% ( 2,4), altri 6,9% (7,0). Incerti/non voto 47,0% (46,7). Queste invece le intenzioni di voto per le coalizioni (tra parentesi il risultato del 22 aprile): – Centrodestra 36,8% (36,9), Centrosinistra (Pd-Sel-Sc-Altri) 34,0% (34,3), Movimento 5 Stelle 25,4% (25,0), Sinistra (Prc-Idv-Altri) 2,6% ( 2,5), altri 1,2% ( 1,3). La rilevazione è stata effettuata da Tecnè per TgCom24 il 28 aprile tramite 1.000 interviste complete con metodologia Cati su un campione rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne. Margine d’errore: +/- 3,1%.