La proposta di Toti: «Tutti i candidati azzurri ai servizi sociali… per solidarietà con Silvio»

«I candidati di Forza Italia ritaglino qualche ora della loro campagna da dedicare a chi ha bisogno, come gesto di solidarietà a Berlusconi condannato a una pena ingiusta ancorché socialmente utile e come segnale di vicinanza della politica verso la gente comune». Lo propone, intervistato da Repubblica, Giovanni Toti, consigliere politico dell’ex premier. Berlusconi, spiega, «è stato lontano dalla tv da oltre un anno mentre Renzi e Grillo l’hanno invasa, abbiamo subito una scissione benché innocua, ma grazie alle liste competitive, al presidente comunque in campo e a un buon programma per l’Europa, avremo la meglio. Puntiamo a un risultato sensibilmente superiore al venti». «Il nostro approccio alle riforme – assicura – non sarà mai legato a interessi di partito ma a quelli del Paese, tanto meno ci muoveremo in base al risultato di una competizione. Riteniamo che l’Italicum garantisca governabilità e bipolarismo. Non vogliamo cambiarlo, piuttosto vogliamo approvarlo al più presto. Più garanzia di questa? È il Pd semmai, e il suo congresso permanente, a ostacolare l’iter delle riforme». Quanto a Ncd, Toti esclude che possa ”rubare” gli elettori di Forza Italia. «Avranno qualche consenso da chi è ancora legato al vecchio modo di fare politica. Dovevano essere le sentinelle anti tasse, sono solo le stampelle della sinistra».