“Che Pd fa?”: in tre mesi ha sfilato da Fazio tutta la nomenklatura dei Democratici

“Che tempo che fa” nella trasmissione di Fazio? Il solito. Se stai a sinistra, tappeti rossi, altrimenti non sei neanche pervenuto. La denuncia arriva dal Mattinale, che si è preso la briga di recuperare la lista di tutti gli ospiti della trasmissione condotta da Fabio Fazio nell’anno in corso. L’elenco?  Tre segretari tre del Pd (Veltroni, Bersani e Renzi) un paio di ministri dello stesso partito (Maria Chiara Carrozza e Graziano Delrio), un’europarlamentare (Rita Borsellino) la segretaria della Cgil, Susanna Camusso e tutta una serie di intellettuali di stretta ortodossia postcomunista (Stefano Rodotà, Andrea Camilleri, Gad Lerner, Giovanni Floris, Adriano Sofri). In pratica, scrive la nota del Pdl  alla Camera, «le trasmissioni di approfondimento di RaiTre, o talk show che dir si voglia, spiccano decisamente per la loro squilibrata coerenza. Sì perché passando rapidamente in rassegna le puntate degli ultimi tre mesi dei programmi di RaiTre, è più che evidente, che il lupo perde il pelo ma non il vizio: gli ospiti sono sempre i soliti noti, gli amichetti della combriccola benpensante tra politici, sindacalisti, scrittori e pseudo intellettuali». E «se qualcuno pensava che per il talk di Fazio valesse il detto di “anno nuovo vita nuova” la delusione sarà cocente, ma allo stesso tempo il salotto del weekend di RaiTre si è confermato all’altezza del cognome del conduttore e in linea con le vecchie abitudini, per cui ampio spazio agli ospiti più graditi alla gauche italienne, declinata in ogni ambito dello scibile umano. Manteniamo alta l’attenzione, perché – ammonisce Il Mattinale – in vista delle elezioni europee, amministrative e regionali, le trasmissioni di informazione e di comunicazione politica dovranno garantire il rispetto della par condicio, che non è un’opinione ma un obbligo di legge».
L’unico ospite politico in quota centrodestra? Angelino Alfano, ospitato nella puntata del gennaio, poche settimane dopo la scissione dal Pdl e da Silvio Berlusconi. Il momento buono per ospitarlo, come capitò con Gianfranco Fini, invitato da Fazio assieme a Bersani, solo dopo il divorzio dal Cavaliere. Perché nel salotto buono di Raitre, chi sta con Berlusconi non può neanche mettere piede.