Casaleggio ricoverato e operato alla testa per un edema: non è in pericolo di vita

Il cofondatore del M5s, Gianroberto Casaleggio, è da sabato ricoverato al Policlinico di Milano dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico alla testa. La notizia è stata riportata anche dal quotidiano La Repubblica ed è stata confermata dallo staff del movimento. Caseleggio si trovava in provincia di Livorno ospite della villa sul mare di Beppe Grillo quando ha manifestato forti dolori alla testa e diceva di trovarsi in uno stato confusionale. Subito è stato accompagnato per una visita specialistica e poi, quando i medici hanno capito che si trattava di qualcosa di più serio di un malessere passeggero, hanno deciso di ricoverarlo. Poi l’intervento per ridurre un edema che avrebbe potuto creargli seri problemi. Ora il paziente sta meglio ed è ricoverato il corsia. Fra quattro giorni potrà lasciare l’ospedale e tornare nella sua abitazione  milanese in zona Fiera, ma prima di riprendere i suoi impegni dovrà necessariamente seguire un periodo di convalescenza. La moglie Sabina Del Monego e i suoi familiari hanno chiesto il massimo riserbo sulla vicenda invocando la privacy. L’ultima apparizione in pubblico di Casaleggio risale a Marina di Bibbona, per un incontro con i parlamentari e gli attivisti del M5S. Il gruppo si era dato appuntamento in spiaggia e Casaleggio aveva preso parte al ritrovo. Le ultime settimane sono state particolarmente stressanti, complici anche le “primarie” riservate agli iscritti per eleggere i candidati al Parlamento europeo. Casaleggio oltre ad essere cofondatore del M5S è fondatore della Casaleggio Associati, società informatica ed editoriale specializzata in consulenze di rete. Su Twitter è arrivato “in bocca al lupo” da parte di Matteo Renzi.