Acque agitate nel centrodestra: i malpancisti del Ncd pensano a Silvio, quelli azzurri pensano a Giorgia…

Che succede nel centrodestra? Che le acque siano un po’ agitate è cosa nota (e anche ovvia, in un periodo di transizione) ma mettere ordine tra i rumor interni non è impresa facile. Tre giorni fa si parlava dei malpancisti del Nuovo centrodestra: i senatori Roberto Formigoni e Luigi Compagna, un particolare, non avrebbero gradito la scelta di Gaetano Quagliariello come coordinatore. I cugini azzurri aspettano a braccia aperte i delusi del partito di Alfano. Dice Elvira Savino (FI): siamo disposti ad accogliervi, senza rancore. Sia come sia, il Ncd ha messo il silenziatore ai mugugnanti. Angelino è partito lancia in resta per una campagna sulla sicurezza cui offre una solida sponda il Messaggero. I sondaggi diranno se l’operazione è riuscita.

Oggi però è la volta di Forza Italia finita al centro di retroscena su possibili addii in vista. Circola sul web un articolo di Affaritaliani.it che indica alcuni nomi di forzisti in fuga in caso il partito di Silvio Berlusconi dovesse attestarsi sotto il venti per cento. Calcolando questa eventualità come catastrofica, alcuni parlamentari starebbero pensando di fare le valigie ma non per ingrossare le file alfaniane, bensì per rimpolpare le schiere di Fratelli d’Italia. Naturale del resto che il richiamo di Alleanza nazionale agisca su ex come Maurizio Bianconi e Pietro Laffranco. Tra quelli che ci stanno pensando ci sarebbero anche, secondo Affaritaliani.it, Annagrazia Calabria, Gabriella Giammanco, Fabrizio Di Stefano, Riccardo Gallo e Alberto Giorgetti. Tutti affascinati dalla linea “sovranista” e di marca lepenista che Giorgia Meloni ha impresso alla destra, meno convinti dai tentennamenti sull’Europa degli altri partiti di centrodestra. Dunque, per uno Storace che arriva, qualche altro ex An potrebbe lasciare la casa berlusconiana. Ma è troppo presto per avanzare ipotesi sicure. Le decisioni definitive, certamente, saranno prese con le percentuali delle europee alla mano…