Sanremo, Gianni Berrino di Fratelli d’Italia vince le primarie a sindaco del centrodestra

Sarà un esponente di Fratelli d’Italia a correre come candidato a sindaco del Comune di Sanremo per la coalizione di centrodestra. Con il 60% dei voti Gianni Berrino, avvocato sanremese e attuale assessore del Comune, ha vinto le primarie del centrodestra nella città dei fiori. Con 1.050 voti, il quarantanovenne ha sbaragliato la concorrenza degli altri 4 candidati tutti di Forza Italia: l’ex assessore Umberto Bellini (455 voti), l’ex consigliere comunale Massimiliano Moroni (173 voti), Silvana Di Vincenzo (173 voti) e Avy Odil Mandelsohn (10 voti). Un passato in Alleanza Nazionale, tra i principali promotori sul territorio del movimento guidato da Giorgia Meloni, Berrino guiderà la coalizione che raggruppa Forza Italia, Fratelli d’Italia e la lista civica “I Sanremesi” alla conquista della poltrona di primo cittadino. Un risultato importante nel metodo perché rompe la tradizione della scelta delle candidature dall’alto e un successo superiore alle aspettative per l’alta partecipazione al voto, segno che gli elettori hanno voglia di «esserci» e di decidere da chi essere rappresentati. «A Sanremo Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale propone, ottiene e vince le primarie per il candidato sindaco. Gianni Berrino sarà l’alfiere del centrodestra. Gianni siamo con te!», è il tweet con cui Giorgia Meloni saluta la buona notizia. «Ringrazio i sanremesi che mi hanno permesso di vincere questa competizione – ha detto l’esponente di FdI – un grande atto di democrazia. Mi sono presentato come un candidato che possa rappresentare tutta la coalizione e sento che posso ancora di più affrontare questo impegno grazie al largo consenso che mi hanno dato i sanremesi». Il suo è un nome di rottura, un elemento di novità rispetto alla politica di Claudio Scajola che ha espresso il sindaco uscente, Maurizio Zoccarato che non si ricandida e il 19 maggio, scaduto il mandato, tornerà a occuparsi dei negozi di famiglia. A metà spoglio si era profilata una corsa a due, ma poi l’esponente di Fratelli d’Italia ha preso il largo superando quota mille; Moroni, che ha fatto registrare un exploit a San Martino si è fermato a  173 voti.  La proclamazione ufficiale di Berrino è avvenuta nella sede del «Club Forza Silvo», in corso Orazio Raimondo, al termine di un lungo scrutinio. La consultazione della base, una conquista importante per il centrodestra,  ha visto 1766 sanremesi militanti o simpatizzanti recarsi ai sei seggi allestiti nella città dei fiori e nelle frazioni.