Fratelli d’Italia consegna a Renzi la maglia azzurra della Nazionale: «Lei deve rappresentare tutti…»

Visto che la buttiamo sull’appartenenza calcistica, la maglia che il premier deve indossare per cercare di far fare gol all’Italia è solo una. «Presidente Renzi, la maglia è questa: la guardi e se la ricordi, è quella che deve rappresentare per tutti noi». È la maglia azzurra, quella della Nazionale italiana. Con queste parole nell’Aula della Camera Massimo Corsaro, di Fratelli d’Italia, ha accompagnato la consegna della maglia al premier Renzi, dopo aver concluso la sua dichiarazione di voto. Si è alzato, ha mostrato al presidente del Consiglio una maglia azzurra della Nazionale di Calcio, si è diretto verso i banchi del governo e gliel’ha consegnata. Questo “rituale” ha il suo perché. Dopo la casacca del centravanti tedesco della Fiorentina Mario Gomes regalata dal presidente del consiglio Matteo Renzi alla cancelliera tedesca Angela Merkel e dopo quella giallorossa di Francesco Totti donata da Massimo D’Alema al premier,  Fratelli d’Italia ha scelto di consegnare la casacca che tutti ci rappresenta in vista del prossimo Consiglio europeo. Un modo ironico e sportivo per incitare il premier a giocare la partita europea facendo gli interessi di tutti gli italiani, con un pressing  convincente. L’impressione riportata fin’ora non è delle migliori. «Un silenzio totale di Renzi sulla voce dell’Italia in Europa. È un degno erede del suo concittadino, il Conte Mascetti; ha parlato a braccio e non ha detto alcunché., ha affermato scherzando ma non troppo Massimo Corsaro «Noi non ci arrendiamo alla crisi nichilista e alla assenza di dignità. Vogliamo che l’Italia alzi la voce per la rinegoziazione degli accordi europei».