Fiuggi “invasa” dai delegati di FdI. Presenze illustri del mondo politico. Sarà un vero dibattito

Oltre 3000 delegati giunti da tutta Italia non sono un scherzo. Una “invasione di campo” festosa, niente male per Fiuggi, le cui strutture ricettive  stano registrando il “sold out” per il primo appuntamento congressuale di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale. Sarà uno snodo importante per intendersi su un nuovo modo di concepire la partecipazione politica. Non solo all’interno del centrodestra. Tutti i segretari dei partiti presenti in Parlamento sono stati invitati a partecipare, ci dice Giovanna Ianniello, l’anima organizzativa di questo debutto congressuale di FdI. Fioccano le adesioni, qualcuna si fa attendere, ma il parterre è ricchissimo. Berlusconi e Alfano non potranno intervenire personalmente, ma per loro saranno a Fiuggi, rispettivamente, Simone Baldelli e Gaetano Quagliariello. Per Scelta Civica interverrà ai lavori il segretario Stefania Giannini. Vendola ha fatto sapere che un rappresentate di Sel sarà presente, anche se non interverrà nel dibattito. Gli inviti sono stati inoltrati naturalmente a Matteo Renzi e a Salvini della Lega. Per ora nessuna risposta, ma c’è ancora tempo. Per i Cinquestelle niente da fare, la disciplina di partito per ora ha disposto la non partecipazione ai congressi di altre forze politiche. E così sarà. Tra gli ex An sono stati invitati Mantica, Moffa, Lamorte. Paglia, Ronchi, Tatarella, Menia, Nania, Fisichella. Urso e Viespoli sono presenti in qualità di delegati della componente Officina per l’Italia. C’è un clima di grande attesa, di fermento, tutto deve essere pronto già da stasera, quando Canale 5 con Matrix si collegherà con Fiuggi per un primo “zoom” sul congresso. Molta attenzione, molti accrediti soprattutto dalle televisioni. Chi non potrà venire a Fiuggi potrà seguire la diretta predisposta da RaiNew 24 mentre Tgcom darà degli aggiornamenti flash sia sabato che domenica. Un gran numero di delegati sono arrivati e altri ne arriveranno già dal tardo pomeriggio, mentre i “big” di FdI sono già a Fiuggi pronti per i primi collegamenti dai Tg. Il via definitivo è stabilito sabato alla 10 in punto, ora fissata per tutti i delegati. Chi è già sul luogo non ha dubbi sulla cospicua presenza giovanile che rende bene il “passo” nuovo che da più parti si auspica per ridare linfa al mondo del centrodestra. “In nome del popolo sovrano”, titolo del congresso, vuole essere un punto fermo da cui partire, una voglia di politica e di partecipazione a partire dal territorio, dai cittadini. 250 mila votanti alle primarie di Fdi sono stati, del resto, una grande “dichiarazione d’amore” per un a politica rispettosa delle idee di una destra diffusa.