Secondo giorno di consultazioni, Fratelli d’Italia consegna per protesta le tessere elettorali

Giorgia Meloni, Ignazio La Russa e Guido Crosetto di Fratelli d’Italia hanno consegnato simbolicamente al presidente della Repubblica le loro tessere elettorali come segno di protesta per il fatto che si sta avviando ”il terzo governo consecutivo che passa sopra le teste degli italiani”. I tre esponenti hanno mostrato le loro tessere elettorali alla stampa subito dopo il colloquio avuto al Quirinale con il capo dello Stato, ”sembra che in Italia le elezioni siano diventate qualcosa di fastidioso e maleducato”, ha detto Giorgia Meloni confermando FdI sarà ”all’opposizione di un eventuale governo di centrosinistra”.

I Cinquestelle stanno invece protestando davanti a Montecitorio per la gestione della crisi da parte di Napolitano, accusato da beppe Grillo, sul suo blog, di essere un “monarca medievale”: oggi al Colle – scrive Grillo – “un condannato in via definitiva per truffa fiscale sale dal presidente della Repubblica per discutere il nuovo governo. Incontrerà un signore novantenne e insieme, tra un caffè e un biscotto, parleranno del futuro. Il TUO futuro”.

La Lega conferma che non parteciperà alle consultazioni e allo stupore di Napolitano il segretario Matteo Salvini replica così: “Mi ha stupito la stupore del presidente Napolitano, ma gli mando un mazzo di fiori per ringraziarlo della visibilità che ha dato alla Lega con il suo stupore”.