Non dire a nessuno se hai avuto un padre o un nonno fascista… rischi grosso

da Bruno Russo.

Non posso crederci che la Bignardi abbia fatto come un noto detto “Il bue che chiama cornuto l’asino”, ma la cosa più raccapricciante e che adesso non solo si rischia l’inferno se uno è fascista, ma anche se i parenti lo sono stati. Ma si rendono conto che per una certa generazione, tutti i genitori sono stati  fascisti e che ciò rientrava in un sistema e non in una logica eversiva?  E poi sotto sotto, un linguaggio del genere in una intervista ad un movimentista 5 stelle, finisce per porlo in una luce più accattivante che fa comodo a certi media, perché diventano loro i procacciatori e gli sponsor della tv che alla fine deprime e intristisce.