Murdoch ha sborsato 57 milioni per un superattico a New York. Se vivesse a Roma, pagherebbe più di Imu…

Cronache di poveri ricchi. Rupert Murdoch non è  più  senza casa a New York: il tycoon di News Corp ha firmato il contratto per un superattico di quattro piani con ascensore interno in un condominio di Manhattan. Oltre 57 milioni di dollari il prezzo concordato, riporta  il Wall Street Journal, fonte ottimamente informata dal momento che appartiene al gruppo del miliardario australiano. L’acquisto per Murdoch si è reso necessario perché  l’altro appartamento del tycoon su Fifth Avenue, acquistato nel 2005, e’ rimasto alla ex moglie Wendi Deng dopo il divorzio dell’anno scorso. All’epoca il padrone di News Corp aveva pagato 44 milioni di dollari, un’altra cifra da capogiro. Stavolta i 57 milioni di dollari comprano solo la “nuda proprietà”: il condominio su Madison Square Park all’altezza della 22esima strada ancora non è completato e il miliardario dovrà  occuparsi di tutte le finiture. Murdoch ha acquistato i piani dal 57esimo al 60 direttamente dai costruttori: inclusi nel prezzo due appartamenti ancora non collegati ma che possono essere facilmente messi assieme. Il risultato sarà un complesso con otto camere da letto e un salone dai soffitti vertiginosi con una grande scala circolare e panorami mozzafiato sui due fiumi che circondano Manhattan, l’Hudson e l’East River, a Nord l’Empire State Building, a Sud la Freedom Tower. Per muoversi tra un piano e l’altro c’è già l’ascensore interno privato: un particolare non disprezzabile per il miliardario di News Corp che a marzo compirà 83 anni. Che dire? Beato lui. Vale la pena solo di aggiungere che il magnate australiano ha potuto fare questa operazione immobiliare megagalattica, non solo perché è straricco, ma anche perché la “casetta” sorge a New York. Se invece Murdoch avesse dovuto compiere tale operazione a Roma, alla fine avrebbe sicuramente rinunciato: l’astronomico conto Imu che gli sarebbe piovuto addosso, alla fine, avrebbe messo in fuga anche lui.