Lo scivolone della Rai sulle Olimpiadi invernali

da Sandro Lone.

La cerimonia inaugurale delle olimpiadi invernali la Rai se l’è bellamente giocata. Non si vedono altre gare nel primo giorno e se si continua di questo passo non si vedranno neppure nei giorni successivi. Do uno sguardo alla programmazione dei due canali sportivi della Rai e oltre a non vedere il rugby, oltre a non vedere le olimpiadi, scopro che mi posso consolare guardando il campionato italiano bocce o qualche partita della coppa Italia di basket, oppure sul Raisport2 posso godermi la quarta tappa del giro ciclistico del Dubai e poi una partita della famosissima Viareggio cup di calcio. Solo alle 22,30 potrò vedere un estratto della giornata olimpica, il che mi fa pensare di essere in pieno diritto pagare solo un estratto rispetto all’importo complessivo dovuto per il canone, una mancia il cui importo sarebbe offensivo superasse i 20 euro. Sono soddisfatto quando vedo lo spot Rai del televisore che si accartoccia. Mi rendo conto che dietro quella immagine non c’è un apparecchio che non funziona più ma l’accartocciamento della busta paga dei troppi dirigenti di Via Mazzini.